La Spiritualità Cusmaniana ha come perni fondamentali:

1) La considerazione del Dio Trino ed Uno, visto nelle sue operazioni di salvezza dell’uomo

2) Al centro di questa visione di Dio, è il “Cristo Verbo Incarnato”, che s’incarna, patisce e muore per i peccatori.
Il Cristo che si abbassa fino alla nostra miseria e la fa sua e che nella sua kènosi, si nasconde nel povero, elevando questi alla sua dignità.
E’ pertanto il Cristo-primo Povero, che riceve come fatto a sè tutto quello che si fa al Povero, per amore suo.

3) La Spiritualità eucaristica del “pane spezzato” trova una particolare espressione nel “boccone eucaristico” che sta alla genesi dell’idea cusmaniana del “Boccone del Povero”.
“Spezzare il pane” è un costante invito, perchè la nostra carità, materiale e spirituale, si renda operosa, e pertanto credibile.